Video | 22 novembre 2019

Malhe: il 28 novembre incontro al MiSE

Presidio dei lavoratori della Malhe di Saluzzo e La Loggia in concomitanza con l'incontro sindacale presso l'Amma di Torino. Lo scorso 23 ottobre l’azienda ha comunicato la volontà di chiudere i due stabilimenti e l’indomani è stata avviata la procedura di licenziamento per 452 lavoratori (209 a Saluzzo, 243 a La Loggia). La produzione sarà spostata in stabilimenti europei polacchi. I responsabili sindacali espongono ai lavoratori i risultati dell' incontro: il punto fermo su cui non si intebde cedre è la richiesta di ritirare la la cessazione produzione perché, sottolinea Cavallero responsabile Fiom Cuneo, "significherebbe accettare un percorso che porta inevitabilmente ai licenziamenti per titti i lavoratori". La proposta è quindi provare ad usare tutti gli ammortizzatori possibili e nel frattempo trovare una soluzione. Ribadisce il resonsabile Fiom per la Malhe, Bruno Ieraci:"Chiediamo il ritiro della cessazione attività. Poi siamo disponibili a parlare di tutto ma la produzione deve continuare. Lasciamo che ci pensino fino al 28".

Patrizia Corgnati

Ti potrebbero interessare anche: