lineaitaliapiemonte.it | 15 aprile 2024, 11:41

Il Poli di Torino in 52° posizione su 1500 atenei nel mondo, bene ingegneria, conquista posizioni architettura

Il Politecnico di Torino conferma i risultati positivi ottenuti negli ultimi anni nel World University Ranking by Subject 2024, stilato dalla prestigiosa società britannica Quacquarelli & Symonds (QS), che analizza le performance in diversi ambiti disciplinari di oltre 1500 Atenei internazionali. Rafforza la posizione nell’area dell’Architettura, avvicinandosi alla Top 200 a livello mondiale, e consolida le performance nell’area dell’Ingegneria, dove si colloca in 52esima posizione, in una classifica che valuta oltre 1500 Atenei in tutto il mondo

Il Poli di Torino in 52° posizione su 1500 atenei nel mondo, bene ingegneria, conquista posizioni architettura

Il Politecnico di Torino nell’edizione 2024 del ranking QS WUR by Subject rafforza la sua posizione nell’area dell’Architettura, avvicinandosi alla Top 200 a livello mondiale, mentre consolida le performance nell’area dell’Ingegneria, dove si colloca in 52esima posizione, in una classifica che valuta oltre 1500 Atenei in tutto il mondo.

Gli ambiti in migliore posizione

Tra gli ambiti specifici, spiccano Georesources & Geoenergy Engineering che si conferma in ottima posizione collocandosi al 22esimo posto; Mechanical, Aeronautical & Manufacturing si colloca in 28esima posizione, confermando il risultato positivo dell’edizione dello scorso anno. Civil & Structural Engineering consolida il significativo 33esimo posto su 240 Atenei internazionali presenti in classifica in questo subject. Si conferma tra le migliori 40 Università al mondo Electrical & Electronic Engineering con la 37esima posizione su più di 500 Atenei analizzati da QS. Nel competitivo settore della Computer science & Information Systems, il Politecnico di Torino guadagna 9 posizioni, entrando nella Top 100, e collocandosi al 92esimo posto su ben 720 Atenei.

Migliora l'area architettura

Per l’area dell’Architettura, i progressi sono stati significativi: l’Architecture / Built Environment in cui, guadagnando ben 7 posizioni rispetto l’edizione precedente, il Politecnico di Torino si avvicina ai migliori 20 Atenei a livello mondiale, e History of Art in cui viene classificato per la prima volta, posizionandosi nella Top 20.

In crescita l'area Natural Sciences

Il Politecnico di Torino si afferma in crescita anche nell’area Natural Sciences: lo dimostrano le 10 posizioni guadagnate complessivamente in questo ambito, in particolare, il subject Physics & Astronomy è salito di 10 posizioni, che le fanno ottenere la 141esima posizione su 640 istituzioni, e il salto di 5 posti in Mathematics, che rafforza la presenza nella Top 100.

PoliToInTransition per essere sempre più internazionale

“I risultati conseguiti nell’edizione 2024 di QS WUR by Subject confermano l’elevato livello di qualità dell’offerta formativa, della didattica e della ricerca, che il Politecnico vuole rafforzare nei prossimi anni con il programma di mandato PoliToInTransition che ha nell’internazionalizzazione una delle priorità – sottolinea il rettore Stefano Corgnati – La conferma dell’andamento positivo nell’ambito dell’ingegneria e il notevole miglioramento, non solo per l’Area dell’Architettura, ma anche per le singole discipline collegate, potenziano la presenza del nostro Ateneo nelle classifiche internazionali, accrescendone l’attrattività verso gli studenti stranieri, aspetto strategico nelle politiche di Ateneo”.

I criteri di QS

QS redige questo ranking sulla base del punteggio raggiunto dalle università in diversi indicatori: Employer e Academic Reputation valutano la reputazione in ambito industriale ed accademico, mentre Citations per Paper, H-index e International Research Network (IRN) analizzano la qualità della produzione scientifica delle università.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: