Video | 28 maggio 2023, 22:25

Raccolta firme contro l'invio di armi [video]

Perché, anziché aumentare la pericolosità del conflitto continuando ad inviare armi, non c'è stato fin dall’inizio un intervento dell’ONU, come accaduto in altre occasioni, con l'obiettivo di separare i contendenti e organizzando un referendum nelle regioni contese, lasciando decidere a quei cittadini? E' una delle domande che si pongono i comitati che stanno raccogliendo le firme, ne servono 500mila entro il 22 luglio, per i due quesiti referendari contro l'invio di armi. Ne parla Luciano Bosco dell'associazione Libera Italia. La mail da indicare per avere informazioni e/o organizzare una raccolta firme è la seguente: comitati.referendum.autonomi@gmail.com

Raccolta firme contro l'invio di armi [video]

Patrizia Corgnati

Ti potrebbero interessare anche: