lineaitaliapiemonte.it | 24 febbraio 2022, 15:55

Draghi va a Bruxelles per Consiglio straordinario: “Decideremo un pacchetto di sanzioni molto dure nei confronti della Russia”

Anticipate dal presidente Draghi, nel punto stampa di oggi, le prossime mosse dell'Italia con i Paesi alleati: “Ci stiamo coordinando per potenziare immediatamente le misure di sicurezza sul fianco est dell'Alleanza, stiamo rafforzando il nostro già rilevante contributo allo spiegamento militare in tutti i Paesi alleati più direttamente esposti”. Piena solidarietà all'Ucraina e con la Russia “dialogo impossibile”. “Faremo tutto il necessario per preservare la sovranità dell Ucraina”

Draghi va a  Bruxelles per Consiglio straordinario: “Decideremo un pacchetto di sanzioni molto dure nei confronti della Russia”

“L'Ucraina è un paese amico: voglio esprimere la solidarietà piena e incondizionata del governo e del popolo italiano al popolo ucraino e al presidente Zelensky”. Inizia così il punto con la stampa del presidente del Consiglio Mario Draghi dopo i tragici fatti che riguardano l'Ucraina. Draghi ha innanzitutto sottolineato come quanto accade in quel Paese “riguardi tutti noi, il nostro vivere da liberi, le nostre democrazie”. Ha anche assicurato che la nostra ambasciata a Kiev resta aperta ed è pienamente operativa. L'obiettivo è, ha dichiarato Draghi, una soluzione pacifica della crisi, obiettivo che l'Italia persegue d'intesa con gli alleati.

“Ho sempre pensato, afferma il presidente del Consiglio, che ogni forma di dialogo deve essere sincera e soprattutto utile ma l'esperienza di questi giorni mostra che le azioni del governo russo rendono questo dialogo nei fatti impossibile.

L Italia, l'Ue e tutti gli alleati chiedono al presidente Putin di mettere fine allo spargimento di sangue e di ritirare le proprie forze militari al di fuori dei confini internazionalmente riconosciuti dell'Ucraina in modo incondizionato”.

Draghi ha anche spiegato come l'Italia, con gli alleati della Nato, si stia muovendo: “Ci stiamo coordinando per potenziare immediatamente le misure di sicurezza sul fianco est dell'Alleanza,

stiamo rafforzando il nostro già rilevante contributo allo spiegamento militare in tutti i Paesi alleati più direttamente esposti”.

Oggi Draghi presenzierà a Bruxelles per un Consiglio europeo straordinario: “Decideremo un pacchetto di sanzioni molto dure nei confronti della Russia. Avevamo ribadito in tutte le sedi di essere pronti ad imporre conseguenze severe nel caso la Russia, come purtroppo accaduto, avesse respinto i tentativi di risolvere la crisi per via politica”. L'Italia, ha aggiunto, è allineata su questa posizione con i nostri partner.

“Il governo intende lavorare senza sosta per risolvere questa crisi. Abbiamo accanto i nostri alleati: l'Europa, gli Stati Uniti e molti altri Paesi. Insieme faremo tutto il necessario per preservare la sovranità dell Ucraina, la sicurezza dell'Europa , l'integrità dell'ordine internazionale, ordine che è basato sulla regole e sui valori da noi tutti condivisi”.

Domani, ha anticipato Draghi, riferirà in parlamento sugli sviluppi del conflitto in corso.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: