Dirette | 07 settembre 2020, 13:28

Coronavirus, 130 giorni di ospedale senza sintomi per tampone positivo

Coronavirus, 130 giorni di ospedale perchè il tampone, nonostante la completa remissione dei sintomi, non si negativizzava. La storia di Giovanni Niccoli, un uomo di Verbania che ha potuto fare ritorno a casa dopo 24 tamponi eseguiti: continuavano a risultare positivi pur in totale assenza di sintomi. Finalmente, a fine agosto due tamponi di seguito hanno dato esito negativo.  Niccoli era stato ricoverato all'ospedale di Novara a marzo per una patologia oncologica. In quella circostanza era risultato anche positivo al coronavirus. Da allora è iniziato l'incubo. Successivamente è stato trasferito all'istituto Maugeri di Veruno. In tutto 157 giorni di ricovero di cui 130 per la positività al covid. Niccoli aveva anche lanciato una petizione on line in cui chiedeva di rivedere la regola del doppio tampone. "L'Organizzazione Mondiale della Sanità, in base a studi effettuati a livello internazionale, ha indicato che l'isolamento può essere interrotto trascorsi meno di 15 giorni dalla scomparsa dei sintomi: il Ministero della Salute italiano non ha recepito tali indicazioni mentre negli altri Paesi è stato fatto”.

Coronavirus, 130 giorni di ospedale senza sintomi per tampone positivo

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: