lineaitaliapiemonte.it | 09 agosto 2019

28 fogli di via ad attivisti No TAV, denunciati dalla Digos i leader del centro sociale Askatasuna

Dopo gli episodi di violenza nell’ambito della mobilitazione contro la Tav denunciati 29 militanti d'area tra cui i leader del centro sociale Askatasuna

Nei giorni scorsi, a seguito dei recenti episodi di violenza perpetrati dai militanti del centro sociale Askatasuna e dagli aderenti al movimento NO TAV nell’ambito della mobilitazione contro la costruenda linea ferroviaria ad alta velocità Torino – Lione, con particolare riferimento alle iniziative poste in essere in occasione del campeggio nazionale dei giovani NO TAV e del Festival dell’Alta Felicità, sono stati denunciati dalla DIGOS 82 attivisti d’area - alcuni dei quali per condotte criminose reiterate in più occasioni - e sono stati adottati dal Questore di Torino 28 fogli di via dai comuni di Giaglione e Chiomonte, dove insiste il cantiere TAV.

Questi ultimi provvedimenti di natura preventiva sono stati emessi anche a seguito del blocco stradale effettuato lo scorso 26 giugno in via dell’Avanà, nel comune di Chiomonte, per il quale sono stati denunciati n. 29 militanti d’area, tra cui i leader del centro sociale Askatasuna.

Sono in corso articolate indagini della DIGOS per individuare gli altri responsabili dei gravi episodi d’intemperanza verificatisi nelle giornate del 19, 20 e 27 luglio 2019 e sono al vaglio ulteriori fogli di via e avvisi orali nei confronti di militanti antagonisti provenienti da altri contesti territoriali che, nelle predette giornate, hanno partecipato agli episodi di violenza.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: