lineaitaliapiemonte.it | 29 luglio 2019

Furti in serie con il taxi ma il tassista avverte i carabinieri

Si faceva portare in taxi nei negozi per poi derubarli ma il tassista, estraneo ai reati, dopo essersi accorto che il passeggero aveva appena consumato 2 furti ha simulato di chiamare la centrale taxi e invece ha contattato il 112.

Ha utilizzato un taxi per i suoi spostamenti e per commettere i furti. Giovedì scorso, i carabinieri di Pino Torinese hanno denunciato per furto A.P., 37 anni, di Torino. L’uomo è accusato di aver commesso due furti: 2 magliette marca Nike presso magazzini Montello spa di Chieri e 1 paio occhiali da sole presso negozio Monfortottica di Chieri. L’uomo è arrivato in taxi nei negozi poi derubati ma il tassista, estraneo ai reati, dopo essersi accorto che il passeggero aveva appena consumato 2 furti ha simulato di chiamare la centrale taxi e invece ha contattato il 112. L’operatore della centrale operativa è riuscito ad inviare immediatamente  una pattuglia della stazione di Pino Torinese, che ha bloccato il taxi in via Torino a Pino Torinese. La perquisizione del mezzo ha permesso di recuperare la refurtiva. A.P. è partito da Alessandria in taxi la mattina con la promessa fatta all’autista di pagare a fine corsa (riferendo falsamente di non riuscire – nel corso della mattinata- a prelevare presso alcuni sportelli bancomat), Durante la corsa, l’uomo si è fermato in vari esercizi commerciali di Alessandria dove ha tentato furto di uno zaino, di un pallone e un paio di scarpe presso il negozio Scarpe & Sscarpe”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: