lineaitaliapiemonte.it | 24 maggio 2019

Sarà espulso il pregiudicato nigeriano che ha staccato un dito a morsi a un poliziotto

La Commissione Territoriale ha rigettato la richiesta di protezione internazionale. Sarà espulso in attuazione del decreto sicurezza che consente di allontanare i richiedenti asilo che commettono reati contro l'ordine e la sicurezza pubblica

Martedì scorso un pregiudicato nigeriano di 23 anni, E. I., ha aggredito un agente di polizia nel corso di un’attività di foto segnalamento, staccando a morsi la prima falange dell’anulare.

Immediata è stata la reazione delle Istituzioni.

L’Autorità Giudiziaria ha tempestivamente convalidato l’arresto del nigeriano, già noto alle forze dell’ordine, disponendo la misura cautelare della custodia in carcere. Lì è stato ascoltato dalla competente Commissione per il riconoscimento della protezione internazionale, incardinata presso la Prefettura di Torino, che ha attivato un procedimento immediato di audizione del richiedente asilo.

A sole 48 ore dall’aggressione, la Commissione Territoriale ha rigettato la richiesta di protezione internazionale del cittadino nigeriano. Questi verrà espulso dal territorio nazionale in attuazione del Decreto Sicurezza (c.d. Decreto Salvini), che consente di allontanare i richiedenti asilo che commettono reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica e non hanno più diritto alla protezione.


Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: