lineaitaliapiemonte.it | 24 maggio 2019

"Chiudete un occhio" e offrono droga e 6000 euro ai carabinieri: risponderanno anche di istigazione alla corruzione

I Carabinieri individuano e chiudono centrale di spaccio in zona Aurora a Torino. Sequestrati 8 Kg di Hashish. I due arrestati cercano anche di corrompere i carabinieri, offrendo loro parte dello stupefacente sequestrato e 6000 euro per “chiudere un occhio”

Torino, 24 maggio Continuano i servizi ad alto impatto nei quartieri Aurora e Barriera Milano, disposti dal comando provinciale carabinieri di Torino. Dopo i cinque arresti di tre giorni fa, ieri sera è stata individuata una centrale di spaccio in un appartamento di via Biella del quartiere Aurora. Nella rete dei militari sono finiti un marocchino e un italiano, di 35 e 30 anni, arrestati per detenzione di 8 chili di hashish, suddivisi in panetti, tutti contraddistinti con il marchio  “BOB”, e 155  datteri di analoga sostanza. Il market della droga è stato localizzato dai motociclisti del Nucleo Radiomobile di Torino, ma per l’intervento si è fatto ricorso a carabinieri in borghese della  Compagnia di Venaria, perché  non conosciuti in zona specialmente dalle vedette (garantivano ininterrottamente l’attività illecita per tutto il giorno). Gli spacciatori ricevevano solo su appuntamento telefonico ed esclusivamente clienti a loro conosciuti, motivo per cui i carabinieri hanno fatto irruzione in casa approfittando dell’uscita di un acquirente. Per la perquisizione negli scantinati di pertinenza dell’alloggio è  stato chiesto il supporto anche di una unità cinofila della polizia di stato che si trovava in zona per altro servizio.  La coppia di pusher una volta scoperta ha cercato di evitare le porte del carcere offrendo stupefacente e 6 mila euro in contanti ai carabinieri per far loro “chiudere un occhio”. Per questo motivo risponderanno anche di Istigazione alla corruzione.

Counicato stampa