Video | 26 marzo 2019

Boccia: "Tav, prima la sbloccano e meglio è"

La Torino-Lione è "un'opera singola" che deve essere "sostenuta dalla rete infrastrutturale del Paese. Prima la sbloccano meglio è, anche per evitare ansie e recuperare credibilità dai partner europei". Lo ha dichiarato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, a margine della presentazione a Milano del secondo Rapporto "Welfare for people" curato da Adapt e Ubi Banca. Boccia ha anche fatto cenno allo “sblocca – cantieri”: “Speriamo sia un piano shock e non un elemento marginale della politica economica italiana". Secondo il presidente di Confindustria lo sblocca cantieri è anche fondamentale per la creazione di lavoro, tema centrale per il Paese. "Per creare lavoro occorre la crescita e la riduzione del debito e occorre quanto prima affrontare queste priorità". "Diamo atto che si sta parlando di sblocca cantieri e competitività, ma speriamo che siano piani rilevanti. Basterebbe questo anche per evitare una manovra bis che non possiamo escludere". Si è anche parlato della eventualità che Fca rientri in Confindustria: “Le nostre porte sono sempre aperte per Fca, se dovesse rientrare siamo solo contenti. Con Fca abbiamo ottimi rapporti tanto che sono molto collegati alla nostra associazione di Torino. Quando decideranno di rientrare Confindustria è a disposizione". Boccia ha però precisato che per ora non ci sono stati contatti con Fca al riguardo. "Non ci sono stati contatti per il momento. Se lo ritengono noi saremmo contenti. Noi rappresentiamo oggi 160 mila imprese nel Paese e vogliamo crescere. Qualsiasi azienda entri siamo contenti", ha affermato.

Redazione