Video | 08 marzo 2019

Libere, anche di difendersi

"Più che la violenza sulle donne sta aumentando la consapevolezza che possono essere libere di difendersi". Così Silvia Lorenzino, vicepresidente del Centro Antiviolenza "Emma", legale di donne vittime di violenza e una delle esperte che ha partecipato agli Stati Generali del Piemonte per il contrasto alla violenza di genere, giornata di studio e confronto promossa dall'ass. alle Pari Opportunità Monica Cerutti. I numeri: 3.125 donne seguite dai Centri Antiviolenza piemontesi, 85 donne accolte in 10 case rifugio della regione. A chiedere aiuto in prevalenza donne italiane tra i 30 e i 50 anni. Il fenomeno della violenza è trasversale se si guarda al livello scolastico: per la maggior parte sono diplomate ma c'è un 12% laureate. Alla giornata ha partecipato chi la, a varo titolo, lavora sul campo, dagli esperti ai rappresentanti delle forze dell'ordine. Un dato su cui occorre ancora lavorare: otto donne su dieci continuano a non denunciare.

div class="fb-video" data-href=https://www.facebook.com/lineaitaliapiemonte/videos/332551417369749/>

Redazione